Metabolismo (dei grassi) spento.

Sempre più persone soffrono dell’aumento del peso, e l’accumulo di grasso poco estetico. Spesso le diete possono rimediare per un poco ma quando non si riesce più a seguire la dieta ferrea, ci si ritrova peggio di prima. Sono stati biasimati i grassi, poi i carboidrati, ma infine sarebbe molto più semplice: se esageriamo con l’introduzione di energia, il nostro organismo non riuscirà a mantenere l’equilibrio e finirà a depositare l’energia sotto forma di grasso.

Punti fondamentali da salvaguardare

  1. No a diete ipocaloriche: il nostro corpo sentirebbe la mancanza di energie e reagisce con l’ottimizzazione dell’assunzione di energie e con il risparmio energetico, abbassando il metabolismo.
  2. Adeguato apporto di proteine: siccome le proteine sono tasselli fondamentali del nostro organismo che sono continuamente rinnovati, il loro apporto deve essere continuativo (0.9-1.1 g/kg peso x die). Se eccediamo però, le proteine verranno utilizzate a scopo energetico, producendo tossine che devono essere eliminate. Anche in questo caso il nostro corpo non sente la necessità di bruciare i grassi che stanno così comodi in posti proprio fatti per loro.
  3. Limitare la fonte energetica che compete con i grassi: i carboidrati. I carboidrati sono la fonte energetica maggiormente disponibile, più immediata e più pulita per il nostro corpo. Finché ce n’è abbondanza, i grassi saranno utilizzati soprattutto per la costruzione, la regolazione dei processi e la creazione di una riserva per tempi meno favorevoli.
  4. Fornire i grassi da bruciare: solo se assumiamo meno carboidrati di quanto bruciamo in una giornata e offriamo insieme i grassi da utilizzare al loro posto, il nostro corpo inizierà a bruciare i grassi forniti con l’alimentazione per poi continuare con quelli messi in riserva.
  5. Non sono diete per la vita. L’attivazione richiede solo un limitato tempo. Poi si dovrebbe passare ad una fase di mantenimento ed infine alla dieta personalizzata.

Diete che attivano il metabolismo dei grassi

  1. Dieta ketogenica
  2. Dieta metabolica
  3. Dieta mima digiuno

 

Diete che possono mantenere attivo il metabolismo dei grassi

  1. Dieta mediterranea normocalorica
  2. Dieta zona
  3. Dieta della longevità

 

La dieta da scegliere dipende da numerosi fattori:

  1. La nostra risposta agli alimenti (genetica)
  2. Le eventuali patologie in atto
  3. Le nostre preferenze alimentari e culturali
  4. Le nostre abitudini (salutari e non..)

Contatta Atuatuca Nutrition per il tuo percorso personalizzato!

WhatsApp chat